Novena di Natale

16-24 Dicembre

“a Maria cu porta affettu, di Giuseppi cui fa Cuntu, s’avi cori ntra lu pettu senta senta stu gran cuntu di lu viaggiu dulurusu di Maria cu su spusu”

con questa  introduzione inizia ogni anno la novena di Natale. ma cosa succede oggi? e cosa succedeva nel passato?  andiamo con ordine in un brevissimo viaggio nella nostra tradizione della Novena di Natale.

COSA SUCCEDEVA:

nel passato la novena di Natale si svolgeva in due momenti della giornata: al mattino (al Pater Noster ) e al Vespro.

Al Pater Noster (tra le quattro e le cinque del mattino) un gruppo di ciaramiddara (suonatori di zampogne) percorrevano le strade del centro urbano invitando i lavoratori ad alzarsi per recarsi nella Chiesa di Sant’Antonio Abate. Qui si celebrava una Messa speciale per chi doveva andare in campagna o al lavoro. la Celebrazione era preceduta dal canto du Viaggiu Dulurusu e almeno altri tre canti natalizi chiamati tutti insieme novena, accompagnato dal suono delle ciaramedde.

la sera invece u Viaggiu Dulurusu veniva cantato sia nelle chiese, che nelle edicole votive. era inoltre possibile “aviri purtata a nuvena”.  un gruppo di suonatori (ciaramiddara e non solo) girava per il paese e , in cambio di un compenso in denaro o alimenti (a volte davvero esiguo), suonava la novena nelle case private o nelle edicole. Se i gruppi di sunatura erano numerosi si era soliti cantare alla sera ma in caso di carenza di suonatori o troppi clienti (detti parrucciana) si procedeva a suonare in altre ore. la richiesta da nuvena poteva essere per tutti e nove i giorni, per un giorno soltanto o per u triduu (tre giorni prima del Natale). gettonatissima era l’ultima sera.  I suonatori potevano anche essere chiamati da un gruppo di vicini e non da un singolo. nei giorni in cui non c’erano i suonatori si procedeva al canto corale.
Nelle case si “armavani” gli altarini con il presepe o l’immagine di San Giuseppe o della Natività metre nel caso delle edicole votive  (dette diculi o tribuneddi) venivano “cunzati a cona” ossia si decoravano con sempre verdi, fronde di aracio, mandarini, rizzogna ecc.  immancabili erano i lauredda (grano germinato al buio) e le candele accese.

  • COSA SI SUONAVA: si suonavonoalcune “parti”. ossia canti in onore a Gesù Bambino e ai Santi Sposi. dalla metà del settecento ad oggi il re incontrastato della Novena è un testo di origine culta “u Viaggiu Dulurusu ” Rielaborato in chiave popolare e in diversissime versioni. l’originle fu scritto da un canonico monrealese Antonio Di Liberto che si firmò Binirittu Annuleru. Castelbuono ha perso la memoria dell’aurore e sente il testo suo patrimonio specifico. ad accompagnare questo bellissimo canto (che narra il viaggio dei due sposi verso betlemme in nove giornate) venivano suonate una Ninnaredda, una pasturali o ciaramiddata, a litania e u Diu Vi sarvi (u Sarvirriggina).

COSA SUCCEDE:
ad oggi la tradizione si è leggermente modificata. il canto mattutino della novena si è conservato ma ha mutato sede. a cura della Confraternita dell’Addolorata si canta nella chiesa  della Matrice Vecchia e si celebra Messa presso la cappelletta della Madonna Addolorata. sono scomparsi i ciaramiddari e un solenne scampanio invita i fedeli ad assistere al rito. invariati i brani e il repertorio a cui però si sono aggiunti canti italiani e popolari di oggi.

non esistono più i ciaramiddara e i suonatori che girano per le strade. la novena è celebrata in chiesa  con il canto del viaggio anche di sera. un solo gruppo di suonatori (i Lorimest) si riunisce nelle varie edicole del paese intonando il dolce canto con passione e voglia di far continuare la tradizione. Non manca chi celebra in casa la novena allestendo u Presebbiu o l’artarinu e cantando privatamente. nei circoli spesso si ritrova chi sa suonare e si adopera ad accompagnare gli altri nel canto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: