Pubblicato da: cuccoangelo | 16 marzo 2011

e pua vinia a festa i San Ciuseppi!

quanto era attesa la solennità del Patriarca! solennità che sapeva di primavera, in cui era consentito interrompere, per un giorno il clima Quaresimale. Non voglio, come ho fatto nell’articolo dedicato alla festa, andare a ripescare  in una memoria lontanissima tradizioni ormai perse. vorrei solo, per qualche momento, tornare a quando ero piccino… i miei di ricordi.

il giorno di San Giuseppe era, per noi bambini, caratterizzato dai giochi. ci accompagnavano in chiesa, rimanevamo affascinati dallo splendere sull’altare degli ori e gli argenti del Santo, mentre la voce di madri, padri, zii o nonni ci raccontavano di un qualche miracolo fatto dal Santo o di qualche episodio della Sua vita. “u viri? stannu iennu a cogghiri la virduredda cu bambineddu…” Era la giustificazione al panariddi portato da Gesù. il Banchetto per le offerte era sempre colmo di immaginette del Santo. ne rimanevi affascinato..forse per il numero, forse per la quantità. l’offerta a San Ciusippuzzu era quasi un rito…ed ecco che ai bambini si faceva baciare la sacra immagine ricevuta. “u viri? chistu è San Ciusippuzzu!” . ma ciò che attendevamo di più…era fuori dalla piccola chiesa di Sant’Agostino… sulla piazzetta: i joca! ricordo perfettamente u jocu di pignati in cui se ne contavano anche più di 12 e a Ntinna. più offuscata nella mente è l’idea da cursa cu i sacchi con partenza dalla fontana. se u jocu i pignati si è svolto anche in tempi più recenti, della Ntinna ho ben più nostalgia. ricordo, forse proprio con lo stupore da bambino, che mi divertiva molto. il palo insaponato, le lampadine accese, la gente che rideva o incoraggiava il concorrente…. le note della banda musicale, che  a volte accompagnava con marcette i giochi….

nella mia memoria sono impressi anche altri due momenti… uno è di una visita in quartiere di Castelbuono ( o Colleggiu Maria), dove avevano allestito la tavolata du Manciari i San Ciuseppi. non so esattamente che anno fosse, ma credo sia stata una rarità.  l’altro ricordo è legato alle due processioni di San Giuseppe di cui ho memoria e ad una delle due è legato un aneddoto. l’ultima si svolse qualche anno fa…credo nel 2006. l’altra invece fu molti anni prima…e ricordo perfettamente un particolare: Venne a piovere durante la processione…tanto che al ritorno del Santo in chiesa dovettero asciugarlo con il Phon…..


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: